DIARIO DI TONNARA ALLA FESTA INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI ROMA

Print

Venerdì 26 ottobre alla Festa Internazionale del Cinema di Roma verrà proiettata la “prima” mondiale del film “Diario di Tonnara” tratto dall’omonimo libro di Ninni Ravazza, prodotto dall’Istituto Luce Cinecittà.

Il film è diretto dal giovane regista Giovanni Zoppeddu ed è uno dei due soli lavori italiani in selezione al prestigioso evento.

Ninni Ravazza oltre ad essere l’autore del libro da cui è tratta la pellicola ne è anche il protagonista.

Diario di Tonnara” è un viaggio nella memoria e nella cultura del mare, compiuto attraverso la narrazione di chi ha trascorso tanti anni della propria vita sui pescherecci, nelle barche, a contatto con gli eroi di quel mondo incantato che affonda le radici nella storia della civiltà mediterranea; altra figura principale del film è il rais Pio Solina di Bonagia, uno dei grandi interpreti dell’epopea delle tonnare.

Giovanni Zoppeddu, giovanissimo regista sardo trapiantato in Sicilia, ha affrontato il tema con una lettura del tutto nuova, che nulla concede allo spettacolo folcloristico e invece si affida alle emozioni create con un linguaggio visivo rivoluzionario dove passato e presente si fondono e confondono.

Le riprese sono state effettuate a Trapani, Bonagia, Favignana, San Vito lo Capo, Scopello, Marzamemi, Carloforte.

Ninni Ravazza, scrittore e uomo di mare, è il primo trapanese che approda alla Festa del Cinema di Roma quale protagonista e autore; in precedenza lo scrittore Giacomo Pilati aveva partecipato all’evento cinematografico internazionale quale autore del libro “Minchia di re” dal quale è stato tratto il bellissimo film “Viola di mare” che tanto successo ha avuto in Italia e non solo.

In Italia il libro “Diario di Tonnara” è edito da Magenes Milano.

Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*