Il Mediterraneo e gli Ebrei

ebreiQuando la più famosa designer francese, Elisabeth Garouste, presentò qualche anno fa il suo servizio da tavola Trapani, furono in molti a chiedersi che cosa avesse a che fare una caotica città del Sud, nota principalmente per fatti di mafia, con raffinate porcellane e posate delle prestigiose manifatture Daum. In realtà, l’erede di Ebrei russi emigrati a Parigi, non aveva fatto altro che riportare in auge un passato tanto remoto da sembrare leggendario. Narra infatti la leggenda che dopo aver distrutto il Tempio di Gerusalemme, il malvagio Tito riempì tre navi di uomini, donne e bambini e le abbandonò al mare senza un capitano.

Continua a leggere

“Amore e morte fra le reti” la tonnara che non conoscete – Rapallo 30 novembre 2013

La tonnara che non conoscete: questo l’argomento dell’incontro che si terrà sabato 30 novembre alle 11,00 presso il Centro Incontri del Gran Caffè Rapallo (a Rapallo, appunto), organizzato dall’Associazione Mare Nostrum nell’ambito della 32ma edizione degli eventi dedicati al mare e alla sua cultura. “Amore e morte fra le reti” è il titolo della conferenza che terrò per i soci dell’Associazione e per quanti vorranno partecipare. Per tutti (o quasi) la pesca del tonno è solo la mattanza, ma questa è invece piuttosto la fase finale di un’attività piena di storia, cultura e umanità, e questo sarà il tema affrontato. Sarò felice di incontrarvi a Rapallo …

Ninni Ravazza

 

Vela: Copa del Rey a Palma di Maiorca – galleria fotografica

Dal 16 al 21 luglio nelle acque di Palma di Maiorca si svolge La Copa del Rey, che è giunta alla sua XXXI edizione, ed è organizzata dal Real Club Nautico di Palma, con la partnership di AUDI.

I colori italiani sono rappresentati da Selene, Dehler 44 mod. di Alberto Leghissa, dal Grand Soleil 46 Rosmarine 2 di Riccardo Acernese, da Volmer, Grand Soleil 43 di Michele Trotta, e da quattro X35, X-Alice di Roberto Caccamo, X SUnt Leones di Emilio Bruschi, Spirit of Nerina di Alberto Fusco e Lelagain di Alessandro Solerio.

Continua a leggere

La più bella attinia del Mediterraneo – fotogalleria

attiniaCi sono cose sott’acqua che puoi vedere solo di notte.

Lo capii quando avevo tredici anni, l’epoca in cui feci la mia prima immersione notturna. Un caro amico di famiglia, appassionato di pesca subacquea, mi prestò una muta nella quale entravo un paio di volte e un fuciletto a molla (il minisaetta della cressi-sub); maschera e pinne erano le mie. Mi portarono a vedere un classico ambiente di roccia, sabbia e posidonia, sul versante ionico della Calabria meridionale. Avevo una zavorra di circa tre chili e una torcia ridicola, ma una barca appoggio eccezionale: il gozzo di un pescatore con tanto di lampara, che illuminava a giorno il fondale sotto di noi fino a sei-sette metri di profondità.

Continua a leggere

I viaggi del subacqueo: aspetti pratici per immergersi in sicurezza. Problematiche cliniche negli sport acquatici

Il subacqueo sportivo ha probabilmente un rischio maggiore di contrarre malattie correlate al viaggio di quelle correlate all’attività subacquea.

Nello stesso tempo è necessario fare alcune considerazioni quando si sovrappongono i due aspetti, viaggio e immersione, per la peculiarità stessa dell‘attività subacquea.La diffusione dei viaggi nei mari tropicali, se da un lato permette l‘esplorazione di habitat completamente diversi da quelli a cui siamo abituati, e con grandi soddisfazioni, dall’altro pone anche il sub italiano in situazioni di rischio poco conosciute dallo stesso.

Continua a leggere

Il tonno fatato

Disse lu tunnu chi sugnu infatatu, ca tutti stati spiranza di mia? L’anonimo cantastorie siciliano del diciassettesimo secolo forse inconsapevolmente con una sola rima era riuscito ad esprimere quanto intimo fosse il rapporto che da millenni lega l’uomo pescatore al più nobile dei pesci. O forse invece aveva capito davvero tutto.

Perché fatato per l’uomo il Tonno lo è stato davvero, e continua ad esserlo in quei pochi porti dove immensi castelli di rete vengono costruiti in mare ogni anno quando il sole si sveglia dal letargo invernale ed in cielo appaiono le costellazioni che per secoli hanno indicato la rotta ai naviganti.

Continua a leggere

Grande vela a Trapani. Dall’1 al 5 maggio 2013 la RC44 Trapani Cup

Dall’1 al 5 Maggio a Trapani la regata RC44 TrapaniCup 2013

Il mare siciliano ritorna ad essere scenario della vela internazionale e Trapani, città della vela e del sale, ospiterà l’unica tappa italiana del circuito internazionale RC44.

Le tredici imbarcazioni progettate dal quattro volte campione mondiale dell’America’s Cup Russel Coutts si sfideranno in quella che è considerata la Formula uno della vela nello specchio acqueo antistante il porto di Trapani, tra la terraferma e le Isole Egadi, teatro in questi anni di numerosi eventi velici internazionali.

Quella di Trapani è la seconda tappa del campionato RC44, reduce dal successo, in termini di presenze e partecipazione, delle regate svoltesi a Muscat, capitale dell’Oman dal 30 gennaio al 3 febbraio scorso. Le altre tappe del circuito toccheranno la Svezia (Marstrand dal 25 al 29 giugno), il Portogallo (Cascais dal 2 al sei ottobre) e le Isole Canarie (Lanzarote a fine novembre 2013).

La regata C44 Trapani Cup 2013 si disputerà dall’1 al 5 maggio prossimi e vedrà la partecipazione dei migliori professionisti della vela mondiale, da Russel Coutts ad Ed Baird, da Brad Butterworth a Paul Cayard, da Vasco Vascotto a Francesco Bruni.

Collateralmente alla manifestazione velica avrà luogo il festival del vento con una miriade di spettacoli ed eventi di vario genere.

>>> qui tutte le info: www.vieniatrapani.com

Barcolana 2013 – Galleria fotografica di Max Ranchi

Esimit Europa 2 ha vinto la 45esima edizione della Barcolana! Per la quarta volta taglia il traguardo, con 2 ore e 16 minuti, della Coppa d’Autunno che quest’anno si conclude alla seconda boa, come deciso dalla Giuria Internazionale, a causa del poco vento.

Continua a leggere

Progetto Waterfront, uno studio sulle coste di Palermo, Trapani e Malta un atlante ha raccolto i risultati del progetto

Gli strumenti per la valorizzazione delle coste siciliane e maltesi da sottoporre ai governi regionali e alle amministrazioni locali per una riqualificazione dei loro waterfront quale motore di sviluppo economico e sociale sull’esempio di riuscite esperienze europee ed internazionali.

Sono stati questi i principali risultati del progetto Waterfont che, in 27 mesi dal 2011 al 2013 e con un cofinanziamento di 286mila euro dall’Unione Europea col programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Malta 2007-2013, ha studiato i tratti di costa della provincia di Trapani e Palermo e dell’isola di Malta definendo le strategie, basate sullo scambio di esperienze transfrontaliere, per il loro sviluppo e la loro valorizzazione con l’ambizione di rivolgersi anche ad altre aree del mar Mediterraneo.

Continua a leggere

In aereo per tutelare balene e delfini del Mediterraneo

Parte il survey commissionato all’International Whaling Commission (Commissione Internazionale Baleniera) e dal Ministero dell’Ambiente, con lo scopo di accertare gli effetti della morìa di stenelle nel Tirreno e lo stato delle popolazioni di altri cetacei, di tartarughe e di grossi pesci pelagici. Il progetto vedrà l’attiva partecipazione dell’Istituto TETHYS – in qualità di responsabile della ricerca – e dell’ISPRA. È ancora recente la notizia della morìa di delfini, soprattutto stenelle striate, che si è verificata nel Tirreno nei primi mesi dell’anno – un fenomeno dagli effetti possibilmente molto gravi sull’equilibrio della fauna del Mediterraneo.

Continua a leggere

Translator

Italiano flagInglese flagFrancese flagTedesco flagSpagnolo flag                                          

Collabora

Cosedimare è un portale culturale senza fini di lucro. Se vuoi contribuire con un articolo, un reportage fotografico, un comunicato stampa, ecc. scrivi a: info@cosedimare.com
La Colombaia Trapani

San Vito Lo Capo

Castelluzzo: mare e campagna